Utilizziamo i cookie per assicurarti una migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo inoltre anche cookie di parti terze. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti automaticamente all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Menu

L'Opera Serafica

Yosyag Ristorante - Cafè

St. Antoniusblatt

Asili

Un convitto per le studentesse delle superiori

Sommerfestival

Una mensa pubblica

Il "St. Antoniusblatt" è un mensile per famiglie

 

 

 

Origine

 

 

La prima edizione è comparsa nell'ottobre 1933.

 

Il "St. Antoniusblatt" è stato fondato durante la dittatura fascista. I padri Cappuccini riuscirono a trattare con il regime di Roma fino ad ottenere l'autorizzazione di pubblicare un giornale in lingua tedesca. Il Regime fascista mise però ai Cappuccini tre vincoli :

 

- Sulla prima pagina doveva apparire il titolo in italiano e doveva essere: "Voce di San Antonio";
- Doveva esserci almeno un articolo scritto in lingua italiana;
- Il mensile doveva equilibrare e distendere i rapporti tra i due gruppi linguistici.

 

Il 1 settembre del 1933 il padre Provinciale dei Cappuccini della provincia di Bressanone Josaphat Wieser, ha reso noto che il "St Antoniusblatt" era stato fondato.

 


Il 1 ottobre del 1933 fu pubblicato il primo numero di 22 pagine, il mensile era un organo dei Cappuccini e dei membri del terzo ordine. Il prezzo dell'abbonamento annuale era di 6 lire. La sede della redazione era nel convento dei Padri Cappuccini a Bressanone.

 


Sulla prima pagina non c'era scritto "Voce di San Antonio", né all'interno si trovava un articolo in lingua italiana, ma il terzo vincolo messo dai fascisti è stato certamente rispettato: "Il mensile deve equilibrare e distendere i rapporti tra i due gruppi linguistici".

 


Ancora oggi il carattere distensivo del giornale è rintracciabile nei suoi contenuti e questo è molto apprezzato dai suoi abbonati.

 

 

 

 

 

Nuovi sviluppi

 


Il lavoro volontario di molti e collaboratori e collaboratrici ha assicurato al giornale la sopravvivenza. La situazione dell'Opera Serafica era nei primi tempi precaria, non c'erano sostegni pubblici e l'Opera Serafica viveva in quei tempi quasi unicamente grazie alle offerte. La pubblicazione del "St. Antoniusblatt" era di fatto una richiesta d'aiuto ben celato dietro i media.

 


I Padri Cappuccini si sono ingegnati nel trovare un modo di distribuzione capillare del giornale su tutto il territorio. In ogni paese hanno trovato una persona di fiducia che distribuiva il mensile gratuitamente in maniera tale da creare un ponte che mettesse in stretta comunicazione l'Opera Serafica e la consapevolezza dei cittadini.

 


Una stretta collaborazione tra l'Opera Serafica e le sue persone di fiducia hanno permesso che ogni nuovo mese il giornale potesse arrivare nelle case dei suoi lettori.

 


Ogni capo-redattore ha creduto in questo progetto e ha aumentato sempre più il livello qualitativo di questo mensile. Il contenuto inizialmente molto incentrato su temi religiosi è silenziosamente cambiato toccando argomenti di più ampio respiro. Ogni mese è stato trattato in maniera approfondita un nuovo tema aprendo sempre nuovi spazi di riflessione su argomenti cari alla nostra società.

 


Fino al 31 dicembre 2008 il "St. Antoniusblatt" ha visto alla sua guida sempre diversi Padri Cappuccini, ma da questa data il Padre Robert Prenner ha affidato questo incarico al Magister Martin Lercher. Su una sua iniziativa il "Mesnerbote" è diventato parte integrante del "St. Antoniusblatt". Padre Robert Prenner collabora ancora oggi con la redazione per la scelta dei temi.
Confrontando le prime edizioni del mensile con quelle di oggi, si nota lo sviluppo del giornale e il fatto che è stato ampliato in continuazione. Molti volontari e donatori hanno contribuito alla qualità e alla ricchezza del giornale e grazie ai nuovi abbonati si è potuto creare un nuovo design più innovativo e accattivante.

 

 

 

 

 

 

 

Contributi dei lettori – contenitori di opinioni

 

 

 

La stretta comunicazione tra editore, redattore e abbonato mostra quanto sia vivo l'interesse per le diverse opinioni.
I contributi scritti dei lettori e le lettere indirizzate al redattore del giornale permettono una comunicazione vivace rendendo il mensile vivo e impediscono al "St. Antoniusblatt" di essere percepito solo come una mera offerta indiretta per l'Opera Serafica.

 


Il nostro contatto per contributi, opinioni dei lettori etc.:


E- Mail del redattore:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pictures

 

Leserfest 2014

Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014
Leserfest 2014

 

Leserfest 2012

Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012
Leserfest 2012

 

80 Jahre Antoniusblatt

80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...
80 Jahre Antoni...

 

 

Dettagli


Prezzi
- Abbonamento annuale: 20,00 €
- Numero singolo 1,70 €
- Abbonamento annuale tramite Posta: 22,00 €
- Per i mesi di luglio e agosto esce un numero doppio.
 
Per informazioni e ordini
Mediumservice "Fondazione Padri Cappuccini Opera Serafica"
via Goethe 15
39012 Merano


Tel. +39 - 0473 - 204500, Segretaria Sig.ra Monika Pichler
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.